top of page

I Luoghi della Mitologia Greca

Guida ai luoghi e agli eroi della Mitologia Greca: Ulisse, Atena, Dioniso, Teseo, Centauri, le Nove Muse, il Minotauro, l'Oracolo di Delphi, Naxos.




Itaca - Ulisse

L'Odissea e le gesta dell'eroe Ulisse non hanno bisogno di spiegazioni. Il lungo viaggio di dieci anni di Ulisse per tornare alla sua amata Itaca dopo la guerra di Troia. Il suo coraggio e l'astuzia che gli permettono alla fine di raggiungere le verdi della sua isola e di affrontare la sfida finale per reclamare la sua corona e sua moglie Penelope.


Cnosso, Creta - Labirinto e il Minotauro

Il Re Minosse di Creta aveva costruito a Cnosso il suo grande e fastoso palazzo. Ma il destino gli aveva riservato come figlio il Minotauro, mostro dal corpo di un uomo e la testa di un toro. Seguendo la volontà dell'oracolo di Delfi, il Minotauro fu rinchiuso in un labirinto e nutrito con 7 giovani e 7 fanciulle di Atene ogni 9 anni, come punizione per la disfatta degli Ateniesi contro i Minoici.

Questo cambiò quando l'eroe Teseo decise di essere uno dei sette giovani ateniesi e di sconfiggere il Minotauro. Fu aiutato da Arianna, la figlia del re Minosse, che si innamorò di Teseo e che gli diede un gomitolo di filo per segnare il suo percorso nel labirinto. Teseo trovò il Minotauro e lo uccise, ritornando con successo all'entrata del labirinto grazie al filo di Arianna.



Acheronte - il fiume degli Inferi

Nella regione dell'Epiro si trova il fiume Acheronte, oggi tra i paesaggi naturali più belli della Grecia, ma considerato nei tempi antichi la porta degli inferi. Caronte era il traghettatore che trasportava le anime dei nuovi defunti attraverso il fiume fino al regno di Ade al costo di una moneta. Solo alcuni personaggi coraggiosi, come Ercole, Teseo e Orfeo, attraversarono il fiume Acheronte e riuscirono a tornare nel mondo dei vivi.


Atene - Gara tra Atena e Poseidone

La dea Atena diede il suo nome alla città dopo aver gareggiato con Poseidone. Infatti chiunque avesse offerto il dono più prezioso avrebbe avuto l'onore di diventarne il patrono.

Poseidone iniziò la gara e colpì la roccia dell' Acropolis con il suo tridente, generando una riserva inesauribile di acqua. Ma la sua fonte d'acqua era salata e pertanto imbevibile per gli ateniesi. Atena, invece, fece comparire un ulivo in fiore che venne ritenuto molto più prezioso per il suo olio.



Capo Sounion - Re Egeo e Teseo

Dopo la gara con Atena, Poseidone fu comunque omaggiato dagli ateniesi con un magnifico tempio costruito a Capo Sounion. Il mito narra che Re Egeo andasse ogni giorno al promontorio aspettando il ritorno del figlio Teseo, recatosi a Creta per combattere il Minotauro. Aveva chiesto a Teseo di issare delle vele bianche al suo ritorno se avesse vinto il mostro. Purtroppo Teseo avvicinandosi ad Atene si dimenticò di cambiare le vele e Re Egeo per la disperazione saltò dalla scogliera. Da quel momento, in ricordo del defunto Re, il mare sarebbe stato conosciuto come l' Egeo.



Monte Pelio - Centauri

Sul Monte Pelio vivevano i Centauri, esseri fortissimi e saggi, con corpo umano dalla vita in su ma con le gambe e zoccoli di un cavallo. Chirone era ritenuto il più saggio e giusto di tutti i Centauri e fu maestro di molti eroi come Ercole, Teseo, Giasone, Ulisse, Achille e Peleo.

Proprio da quest'ultimo prende il nome la regione. Fu Chirone a organizzare il matrimonio di Peleo e Teti, al quale furono invitati tutti gli dei tranne la dea della discordia che furiosa si intrufolò e mise una mela d'oro con la scritta "alla più bella". Mela che porterà alla sfida tra Era, Atena e Afrodite e che scatenò gli eventi che portarono alla guerra di Troia.



Dion e il Monte Olimpo - Zeus

Il santuario di Zeus fu fondato sulle pendici del monte Olimpo a Dion. Questo fu il centro spirituale e religioso di Alessandro Magno, ospitando importanti eventi teatrali, musicali e sportivi in onore di Zeus e delle sue figlie, le Nove Muse. Fu proprio qui infatti che, dopo la messa in scena di uno dei più memorabili giochi e sacrifici a Zeus, iniziò la vittoriosa campagna di Alessandro Magno per conquistare il vasto impero persiano.




Naxos - Dioniso e Arianna

Durante il viaggio di ritorno ad Atene dopo aver ucciso il Minotauro, Teseo e Arianna fecero una sosta a Naxos. Nonostante la promessa di sposare Arianna, Teseo la lasciò sull'isola. Ella affranta dal dolore si addormentò su una spiaggia, dove Dioniso la incontrò e se ne innamorò immediatamente. Dopo averla sposata, Dioniso condusse Arianna sul monte Olimpo e Zeus la rese immortale.



Delphi - L'oracolo del mondo antico

All'inizio era conosciuta come Pytho, dal nome del temibile drago-serpente che viveva lì, chiamato Pitone. Il mostro era stato mandato da Era contro la dea Leto, che era rimasta incinta di Zeus dei gemelli Apollo e Artemide. Quando Apollo crebbe, uccise Pitone nonostante l'omicidio fosse vietato dalla legge divina e per punizione fu bandito. Al suo ritorno Apollo fondò il suo tempio e il suo oracolo a Pytho e, in memoria del drago ucciso, la sacerdotessa del santuario fu chiamata Pythia. Il Tempio di Apollo di Delfi divenne il più importante oracolo del mondo antico, offrendo profezie 9 volte all'anno.


Nemea - Ercole e il Leone

La prima e più famosa delle fatiche di Ercole fu quella di uccidere un leone che terrorizzava Nemea. Il leone era impenetrabile alle armi mortali, la sua pelle era d'oro e i suoi artigli potevano strappare le armature più forti. Dopo aver seguito il leone attraverso la campagna di Nemea, Ercole trovò la sua tana, che notò avere due entrate. Ne bloccò una con delle pietre ed entrò dall'altra, sorprendendo il leone e picchiandolo con una clava. Nella lotta, il leone tagliò un dito a Ercole. Rendendosi conto che nessuna arma poteva sconfiggere la bestia, la strangolò a mani nude.

Ercole indossò la pelle dorata del leone per dimostrare il suo successo davanti al Re di Micene che aveva sfidato Ercole all fatiche, ma egli scambiandolo per il leone si nascose. Mentre il leone venne onorato dagli dei che lo sollevarono verso il cielo, formando la costellazione del Leone.





IMG_5118.jpeg

Hai bisogno di info e consigli?

Saremo felici di aiutarti 😉

bottom of page