top of page

Lisbona e Sintra

Cosa vedere a Lisbona, tra poesia, pastel de nata, barrio alto e castelli fatati.





Baxia e Praça do Comércio

Baxia è il "quartiere basso" di Lisbona, punto di partenza per visitare la città, tra le colline del Barrio Alto e dell'antico quartiere dell'Alfama.

Si parte dalla stazione Rossio con la sua splendida facciata e in pochi passi si arriva a Praça Dom Pedro con i suoi eleganti palazzi. Vicino si trova il famoso "A Ginjinha", dove è d'obbligo fermarsi a bere un bicchierino del tipico liquore alle ciliegie. Proseguendo sulla strada, si trova Elevador de Santa Justa: un bellissimo ascensore del 1902 che collega la parte alta da quella alta.

Poco lontano il Convento do Carmo, senza tetto aperto al cielo perchè fu profondamente danneggiato dal terremoto del 1755 e volutamente non ristrutturato.

Continuando verso il mare, ci si imbatte nell'Arco da Rua Augusta del 1700 che risalta tra i palazzi gialli e fa da ingresso a Praça do Comércio, un tempo punto d'ingresso via acqua alla città. A Lisbona tutto sembra più luminoso e qui gli occhi vi si riempiranno di colori incredibili. Vicino alla piazza anche la Cattedrale medioevale Sé de Lisboa.

🛌 Luogo perfetto per dormire e girare la città




Alfama e il Castello de San Jorge

L'Alfama è il quartiere più antico della città, con il suo stile arabo, i vicoli stretti e ripidi, i palazzi decorati dagli azulejos, le botteghe tipiche, i locali che suonano il fado e i miradoures (terrazze panoramiche con una vista sulla città spettacolare) tra i quali è d'obbligo il Miradouro de Santa Luzia e del Recolhimento. Tipici del quartiere sono i tram gialli e i numerosi ascensori nascosti che permettono di arrivare al Castello de Sao Jorge senza faticare troppo. Sotto il castello si trovano diverse vie con gli antichi ruderi e bellissimi murales a decorarli. Vicino la Igreja de São Vicente de Fora e il Mercado de Santa Clara, mercato delle pulci molto vitale attorniato da casa antiche con stupendi azulejos.

🎫 Castelo de Sao Jorge circa 15 euro link

🚶‍♂️ Free walking tour link



Barrio Alto e movida

Questo è il quartiere della vita notturna, dal calar del sole si riempie di vita, musica dal vivo e feste che continuano per tutta notte. Le strade principali della movida sono Rua do Diario de Noticias, Rua da Rosa, Rua da Misericordia, Rua Dom Pedro V e Praca dos Camoes.

Di giorni invece si può provare l’Elevador de Santa Gloria - il tram storico che dal 1885 parte in Piazza dos Restauradores e in pochi minuti sale per 200 metri ripidissimi fino al cuore del Barrio - e la vista della Baxia dall'alto del Miradouro de São Pedro de Alcântara.




Torre di Belém e i migliori pastéis de nata

La Torre di Belém è uno dei simboli della città e patrimonio UNESCO. Alta 30 metri, fu costruita a scopo difensivo sul fiume Tiago dal re Giovanni II nel 1515; sebbene una volta fosse in mezzo all'acqua, ora è sulla sponda del fiume per lo spostamento del litorale. In zona si trova anche il bellissimo Monastero dos Jerónimos (patrimonio UNESCO) e il bar pasticcieria Pastéis de Belém dal 1837, solo quest'ultimo meriterebbe il viaggio a Lisbona: qui sono nati i pastéis de nata e sono i più buoni della città con la produzione a vista e le maioliche azzurre che decorano le pareti. Questi dolcetti sono fatti di pasta sfoglia e riempiti di una crema all'uovo, panna e zucchero con sopra una spolverata di cannella (a chi piace); si posso anche comprare da asporto ma vanno mangiati entro massimo 2 giorni.

🎫 Monastero dos Jeronimos 10 euro - Torre di Belem 9 euro




Sui passi di Fernando Pessoa

Fernando Pessoa è stato uno dei maggiori poeti portoghesi (1888-1935), famoso il suo Libro dell'Inquietudine. Scopriamo i suoi luoghi: la sua casa natale fu in Largo de São Carlos 4 di fronte il Teatro Nacional de São Carlos; oggi c'è una sua statua con un libro al posto della testa. In rua Garrett c'è lo storico café A Brasileira: aperto nel 1905 come negozio di caffè brasiliano, divenne uno dei più famosi café meta di molti intellettuali del Novecento. Qui Pessoa scriveva, beveva assenzio e bica, un caffè forte simile all'espresso; fuori statua gli rende omaggio raffigurandolo mentre siede ad un tavolino.

Al Café-Restaurante Martinho da Arcada - il più antico della città che si trova in Praça do Comércio - Pessoa aveva un tavolo riservato solo per lui in modo permanente. Uscendo dal centro con il famoso tram 28 troviamo Casa Fernando Pessoa, dove visse gli ultimi 15 anni in cui sono conservati alcuni suoi oggetti e appunti. Infine la tomba si trova nel Monastero dos Jerónimos. “Ho dentro me tutti i sogni del mondo”



Sardine

La Sardina è il simbolo di Lisbona. Già consumate dagli antichi romani, divennero di uso comune nel medioevo dal ceto popolare e ancora oggi le strade si riempiono di griglie e sardine durante le feste del mese di giugno.

Non passa inosservato il negozio a Rossio Mundo fantástico da sardinha portuguesa“ con tantissime scatolette multicolore e ovunque ci sono portachiavi, disegni e souvenir. Inoltre il Comune dal 2003 promuove un contest artistico che sforna sagome di sardine dei colori fantasiosi.




Sintra

Sintra lascia senza fiato con il suo castello fiabesco e le ville misteriose, forse è per questo che tutta la cittadina è stata dichiarata patrimonio UNESCO. Si raggiunge da Lisbona con il treno in meno di un ora ad un prezzo economico.

Il primo palazzo che si nota è il palazzo reale Palacio Nacional de Sintra con i particolari comignoli delle cucini alti 33 metri e all'interno collezioni di azulejos.

Il Palácio Nacional da Pena è il luogo più famoso: un eccentrico castello in stile disney dai colori giallo, rosso e violetto arroccato in cima alla collina e circondato da giardini di camelie e piante esotiche.

Altro luogo incredibile è la Quinta do Regaleira con il suo misticismo e simbolismo. Nel giardino il "percorso degli iniziati” porta l'iniziato fino alla Discesa agli Inferi, un pozzo con una scala a chiocciola in cui percorrere i 9 gironi dell’inferno e dal cui fondo si risale verso la Strada del Paradiso.

Infine per gli amanti del trekking, le rovine del Castelo dos Mouros, che si raggiungono con un ripido sentiero nei boschi ma da cui si gode di una splendida vista su Sintra.

🎫 Palacio da Pena e parco 15 euro -Quinta do Regaleira 11 euro




Budget:

Lisbona è una città economica, specialmente per il cibo e bere.



Suggerimenti utili:

  • Aeroporto-centro città: metro con un cambio.

  • Carta VIVA viagem per i trasporti che si può ricaricare e permette di comprare le corse singole oppure i biglietti giornalieri con tutti i trasporti inclusi (anche l'Elevador de San Justa a Baxia.

  • Per dormire i quartieri di Baxia e Chado sono perfetti perchè si può visitare la città a piedi anche se possono essere costosi. 🛌

  • Mangiare: Time out Market Lisboa è un grande mercato coperto molto vivo la sera.

  • Cibo: da provare il baccalà con le chips sopra, sembra un piatto strano ma è buonissimo



Buon viaggio!

Kommentare


IMG_5118.jpeg

Hai bisogno di info e consigli?

Saremo felici di aiutarti 😉

bottom of page