Marche: Lame Rosse e Lago di Fiastra

Giornata di Trekking nel Canyon delle Lame Rosse



Le Lame Rosse di Fiastra è un luogo molto conosciuto vicino ai Monti Sibillini (Marche in provincia di Macerata). E' una specie di Canyon dove si trovano queste simpatiche formazioni di ghiaia e argilla formatesi nel corso del tempo, grazie all'erosione di agenti atmosferici.


Dove parte il percorso


Il Lago di Fiastra è un lago artificiale (formato dalla diga), che si trova ai piedi del Parco Nazionale dei Monti Sibillini ed è circondato da una rigoglioso natura. Da qui inizia il percorso per le Lame Rosse. Si può partire dalla diga oppure dal Belvedere su via Ruffella. Il percorso non è difficilissimo, ma mette a leggera prova il fisico; basta rompere il fiato un paio di km per potersi poi godere a pieno la natura circostante. Solo l'ultimo tratto prima di entrare nel canyon è difficile, perché bisogna salire in salita sulla ghiaia. Il percorso è lungo circa 7 km e si percorre andata e ritorno in circa tre/quattro ore.


Come abbiamo trovato questo magnifico luogo?

Ad ogni inizio settimana decidiamo insieme cosa fare e dove andare nel week end per la gita fuori porta. Siccome quella settimana il tempo era molto bello, volevamo passare una giornata non lontano da casa (abitiamo a Riccione al confine quindi le marche) e all'aria aperta. Come sempre cerchiamo i luoghi di interesse su Google e scopriamo le cosiddette Lame Rosse. Il percorso sarebbe partito dal Lago di Fiastra dove un cartello indicava la strada da seguire.

Arrivati a Sabato prendiamo la macchina e ci dirigiamo verso la meta... semplice!

Lago di Fiastra

Il colore azzurro

Una volta giunti al lago, ci fermiamo a fare delle foto come di consueto e facciamo una camminata in prossimità dell'acqua.

La giornata è davvero memorabile e ci verrebbe voglia di fare il bagno, anche se l'acqua sicuramente non sarebbe stata abbastanza tiepida!


Nei monti sopra il lago ci sono dei punti dove si può letteralmente vedere il panorama a 360 gradi quindi scaldiamo un po' i muscoli fin lassù per prepararci alla camminata.


Il percorso delle Lame Rosse

Il verde delle piante, il beige del terreno e il rosso delle Lame: un percorso alla portata di tutti

Il percorso inizia in pianura prima di procedere poi con un dislivello di 200mt circa. La strada è abbastanza larga e visto il periodo di bassa stagione in generale, non abbiamo incontrato molta gente (per fortuna, perché non ci piace la massa!).

E' importante premettere che ci si deve obbligatoriamente portare abbondante acqua da casa soprattutto in estate e poi, non ci sono ne servizi igienici ne bar.


I primi chilometri non sono stati facilissimi ma eravamo contenti di sgranchire le gambe dopo una settimana in ufficio quindi non ci siamo persi d'animo e abbiamo continuato ininterrottamente.

Dopo circa 7 km arriviamo finalmente sul luogo di interesse ed è stata una bella sorpresa scoprire questo luogo vicino casa: per noi ne è valsa proprio la pena. Qualcuno potrebbe obiettare, però il nostro scopo non era solo vedere le Lame Rosse ma anche quello (forse primario) di fare attività fisica all'aperto piuttosto che andare al centro commerciale.


Attenzione: l'ultimo tratto per arrivare alla Lame è molto in salita e il terreno è molto sdrucciolevole. Si consiglia quindi abbigliamento tecnico, un bastone (io usavo un ramo) e molta prudenza per questi ultimi 300mt.


Dalle Lame Rosse si può proseguire il sentiero fino alla Grotta dei Frati.


Itinerario in mappa



IMG_5118.jpeg

Hai bisogno di info e consigli?

Saremo felici di aiutarti 😉