top of page

Torino

Cosa vedere a Torino in un weekend: Museo Egizio, Mole Antonelliana, Piazza San Carlo, Cappella della Sindone, Palazzo Madama


Torino, città che vanta tanti primati tra cui la nascita della prima squadra di calcio, la prima metropolitana senza conducente o il primo cono gelato, è anche la città apice dei due triangoli magici: da una parte quella della magia bianca insieme a Praga e Lione, e dall'altra quella della magia nera, con Londra e San Francisco.


Nelle vicinanze passa il cosiddetto Colpo di Spada che l'Arcangelo Michele inflisse al diavolo per rispedirlo negli inferi: una linea immaginaria che collega il Monastero di San Michele in Inghilterra, il Monte Saint Michel in Francia, la Sacra di San Michele vicino a Torino (che ha ispirato il libro Il nome della rosa), il Santuario di San Michele Arcangelo sul Gargano e il Monastero di San Michele in Grecia nell'isola di Simi.


Storia della città

"Torino è sempre stata una piccola grande capitale del nostro Paese. Ufficialmente la storia della città inizia intorno al 27 a.C., con il nome romano di Augusta Taurinorum. Secondo le leggende quest'ultima sarebbe sorta sull'insediamento di Taurasia, mitica capitale dei Tauri, incendiata da Annibale nella lunga marcia verso Roma, Augusta Taurinorum rientrava nei piani organizzativi di Roma per l'area piemontese appena conquistata che, essendo terra di ingresso in Italia, era particolarmente strategica.


Secondo i piani, la colonia doveva essere l'avamposto romano verso la Gallia e il centro delle principali vie di comunicazione dell'epoca verso il mondo transalpino, ai piedi dei principali valichi alpini e all'estremità occidentale della pianura padana.

La città fu progettata con la tradizionale pianta ortogonale delle colonie romane, cioè con blocchi squadrati e una struttura muraria pressoché quadrata. Se nei primi secoli della sua storia la città prosperò nell'Italia pacificata da Roma, con la crisi dell'Impero la sua posizione strategica assunse maggiore importanza, provocandole notevoli danni durante il conflitto tra Costantino e Massenzio e, con la caduta dell'Impero Romano , al costante passaggio di orde barbaresche, la città fu più volte devastata. L'arrivo dei Longobardi portò una relativa tranquillità: Torino fu capitale di uno dei quattro ducati dell'odierno Piemonte e conobbe un paio di secoli di sufficiente pace. Poi l'inevitabile scontro tra Longobardi e Franchi ebbe in Torino uno dei suoi campi di battaglia. Dopo la sconfitta dei Longobardi e l'ascesa dei Franchi, la città divenne sede giudiziaria." Informagiovani



Museo Egizio

Il Museo Egizio di Torino è ospitato nell'edificio seicentesco del Palazzo dell'Accademia delle Scienze, ed è il più importante museo egizio del mondo dopo quello del Cairo.

Al suo interno sono custoditi circa 6.500 reperti tra statue, sarcofagi e corredi funerari, mummie, papiri, amuleti, gioielli. Un immenso tesoro di inestimabile valore da scoprire insieme alla storia e ai misteri di questa antica civiltà.


🎫💰 L'ingresso è attualmente consentito solo con un biglietto online acquistabile qui al costo di 18€

Mole Antonelliana

La Mole Antonelliana è il simbolo per eccellenza di Torino ed è uno degli edifici più alti d'Italia e la costruzione in muratura più alta d'Europa. Prende il nome da Alessandro Antonelli, l'architetto che lo progettò. All'interno, l'ascensore panoramico, costruito nel 1961 per le celebrazioni del centenario dell'Unità d'Italia, permette di raggiungere il “tempietto” posizionato sopra la cupola ad un'altezza di 85 metri. Da lì è possibile ammirare uno splendido panorama della città di Torino.


Al suo interno si trova anche il Museo del Cinema.



Piazza San Carlo

Piazza San Carlo ospita frequentemente concerti, manifestazioni, comizi elettorali e vari eventi sociali e culturali, oltre ai festeggiamenti per le vittorie della Juventus. Diversi nomi sono stati dati alla piazza nel corso dei secoli: fu prima Piazza Reale, poi Piazza d'Armi e Place Napoléon in epoca napoleonica.


Come nel caso di molti altri monumenti e luoghi di interesse torinesi, la storia di Piazza San Carlo si intreccia con le vicissitudini della famiglia Savoia. La piazza fu inaugurata nel 1638 e rappresentò la volontà del Duca di Savoia di espandere la città verso sud, dopo che Torino divenne capitale del regno.



Cappella della Sindone

Opera dell'architetto Guarino, la Cappella della Sindone di Torino fu realizzata per accogliere il telo di lino su cui è impressa l'immagine che i cristiani identificano con il Cristo deposto (Santa Sindone). La famosa reliquia, di proprietà dei Savoia dal 1453, è oggi custodita in un'apposita teca in fondo alla navata sinistra del Duomo.



Palazzo Madama

Patrimonio dell'UNESCO, fa parte del Sistema delle Residenze Sabaude.

La storia del palazzo raggiunge il suo momento di massimo splendore nel 1637, quando Maria Cristina di Borbone di Francia, reggente di Savoia, fa del palazzo la sua residenza. Con lei inizia il processo di abbellimento che la renderà una dimora lussuosa e sontuosa, sia all'esterno che all'interno.



🕍 Altri luoghi da visitare sono:

- Il Valentino e il Borgo Medievale per ammirare numerose statue e fontane

oltre al giardino roccioso

- Musei Reali per un tuffo nella storia della città e dell'Italia

- Chiesa della Consolata, di età paleocristiana

- Gallerie coperte per scoprire curiosità architettoniche


🍷 Cosa mangiare:

- Bagna cauda

- Veal with tuna sauce

- Agnolotti

- Tommini

- Piedmontese mixed fried


Itinerario in Map

Clicca qui per vedere la mappa e usarla durante il viaggio:


Yorumlar


IMG_5118.jpeg

Hai bisogno di info e consigli?

Saremo felici di aiutarti 😉

bottom of page