top of page

Toscana: le migliori cose da vedere

I luoghi più belli e incredibili della Toscana tra borghi, mare, terme, natura e favole.


CRETE SENESI

La strada panoramica più bella di tutta la toscana: morbide colline verdissime in primavera e color sabbia durante l'inverno. Si percorre da Asciano o da Taverne d'Arbia, impostando su google il punto Crete Senesi Panoramic Point




ABBAZIA DI SAN GALGANO - LA CHIESA DELLA SPADA NELLA ROCCIA

L'Abbazia di San Galgano è un'imponente chiesa gotica del 1200 che fu lasciata in rovina dai monaci a causa delle carestie. Il suo grande fascino è dovuto alla mancanza del tetto, che fu venduto nel 1550 dal Commendatario. A fianco si trova l'eremo di Monte Siepi dove San Galgano si ritirò a vita eremitica e ,secondo la leggenda, infisse la sua spada nella roccia come simbolo di pace.



GOLFO DI BARATTI, POPULONIA, CASA BALENA E BUCA DELLE FATE

Il Golfo di Baratti è il luogo sul mare più suggestivo della Toscana. La spiaggia del golfo è circondata da enormi pini marittimi piegati dal vento. A lato della spiaggia c'è una stradina nella pineta che porta alla casa-balena di Vittorio-Giorgini, esempio unico di architettura futurista dalla forma stranissima. Salendo la collina si arriva a Populonia, insediamento etrusco con la fortezza e vista sul golfo. Poco prima del borgo, c'è la strada che conduce alla Buca delle Fate: ci si può andare per prendere il sole e fare il bagno (ci sono gli scogli) oppure a fine giornata per vedere uno dei tramonti più belli sul mare in mezzo alla natura.



CALA VIOLINA

Cala Violina è la spiaggia più bella e famosa della Maremma. Si trova a metà strada tra Follonica e Punta Ala in una Riserva Natura; per raggiungerla infatti bisogna percorrere un sentiero nella macchia mediterranea di circa 20 minuti. Qui l'acqua è cristallina e la sabbia finissima. Proprio la sua sabbia l'ha resa famosa: fatta di granelli di quarzo quando viene sfregata - ad esempio camminando - genera un suono molto simile a quello del violino. Suggerimento: arrivare presto!! Qui il parcheggio principale e si riempie subito; un'altra opzione è parcheggiare al Camping Punta Ala ma la camminata è più lunga e sotto il sole.




LA PANCHINA DI PUNTA ALA

Punta Ala è una bellissima località balneare che nasconde un luogo incredibile. I nostri amici che ci abitano ce lo hanno fatto scoprire! Si deve percorrere a piedi la strada in salita che costeggia il Castello di Punta Ala (si oltrepassa la sbarra) e ad un certo punto si trova un deviazione nel boschetto. Il sentiero si apre presto sul piccolo promontorio con una vista magnifica e panchine che permettono di godersi il panorama. Ma per il pezzo forte bisogna arrivare il fondo: dove c'è la panchina più bella della Toscana, davanti al mare aperto ..e con due birre nello zaino si aspetta un tramonto spettacolare.



PIENZA

Pienza è un piccolo romantico borgo della Val D'Orcia, considerata la città ideale del Rinascimento e patrimonio Unesco. É famosa per il suo pecorino, di cui si sente il profumo appena si entra nel centro storico e che si può degustare nelle numerose botteghe. Alzate lo sguardo e fate caso ai nomi delle vie! Inoltre da non perdere la camminata panoramica da cui si ammira tutta la Val d'Orcia.




BAGNI DI SAN FILIPPO

In Toscana ci sono diverse sorgenti termali, tra cui la più famosa è Saturnia, ma c'è n'è una stupenda nascosta nel bosco: i Bagni di San Filippo. Sono gratuite accessibili dal paesino con un facile sentiero nel bosco. Lungo il fiume si creano delle pozze naturali di acqua caldissima, perfette anche in inverno inoltrato, e sul fondale si deposita il fango termale perfetto per la skin care. Il punto più famoso è la Balena Bianca (chiamata così per la somiglianza alla bocca di una balena), qui le acque possono arrivare fino a 48° gradi e scontrandosi con le acque fredde del fiume creano delle sfumature bianche-blu.




BAGNO VIGNONI

Questo borgo ha un fascino di altri tempi ed è unico in tutta Italia, la sua piazza centrale è infatti una immensa piscina di acqua termale. Fu costruita in epoca rinascimentale sopra la fonte termale di cui usufruivano già gli antichi Romani. Nella grande piscina oggi non si può entrare, ma ci sono terme a pagamento in lussuosi hotel oppure vasche naturali e canaletti gratuiti intorno al paesino. Da non perdere anche il Parco degli Antichi Molini.




GIARDINO DEI TAROCCHI

Questo luogo magico e surreale è frutto dell'artista francese Niki de Saint Phalle. Affascinata da Parque Guell e Bomarzo, la giovane donne inizia la costruzione del suo sogno magico e spirituale nel 1979 e in 17 anni da vita autofinanziandosi a 22 figure in acciaio e cemento ricoperte di vetri, specchi e ceramiche coloratissime. Ci si perde come Alice nella Meraviglie tra draghi, mostri, simboli, colori divertendosi a esplorare questo incredibile mondo e a fare milioni di foto. Gli viene dato poco risalta ma è un'opera tra le più originali della Toscana.




CASTELLO DI SAMMEZZANO

Il Castello di Sammezzano è il luogo più bello che ho mai visto nella mia vita, ma la sua infinita bellezza gli è costata nei secoli sfortuna ed è sfociata nella tristezza. Il suo aspetto attuale lo si deve a Ferdinando Panciatichi Ximenes d'Aragona che inizio a modificarne l'aspetto nella seconda metà dell'Ottocento sotto l'influsso orientale creando un paradiso di colori e forme di legno, ma dilapidando anche le finanze di famiglia facendo nascere malumori. Nel 1970 viene trasformato in hotel e ristorante che a causa dei debiti viene venduto ad una holding inglese, la quale non se ne prenderà cura. Ad oggi rimane un complesso privato e come tale non può essere protetto come patrimonio culturale nazionale. Il Comitato FPXA se ne prende cura in modo volontario, organizzando quando è possibile visite e proteggendolo da incursioni di ragazzi e criminali che entrano di nascosto di giorno e notte per rubare dei pezzi o rovinarlo. Info e come sostenere il castello: https://www.sammezzano.info/associati/sostienici




PONTE DEL DIAVOLO

Ponte del Diavolo si trova in Garfagnana a Borgo a Mozzano; è un classico ponte medievale ma dalle arcate asimmetriche che sfidano la gravità. La leggenda narra che durante la costruzione il capo muratore si rese conto che non sarebbe mai riuscito a completare il ponte in tempo e preso dalla paura si rivolse al Diavolo chiedendogli aiuto. Il Diavolo accettò di completare il ponte in una notte in cambio dell'anima del primo passante che lo avesse attraversato. Il patto fu siglato ma il Diavolo venne beffato: il costruttore infatti fece attraversare per primo il ponte ad un porco. In Garfagnana, si trovano anche la bellissima Isola Santa, Vagli Sotto e il Monte Forato dove è possibile lanciarsi con l'altena (l'abbiamo fatto ed è fantastico!!)




Itinerario in mappa



Commentaires


IMG_5118.jpeg

Hai bisogno di info e consigli?

Saremo felici di aiutarti 😉

bottom of page